Umweltinstitut München – unabhängig, kritisch, engagiert.
Die Nachricht wird nicht korrekt dargestellt? Hier online ansehen.
Umweltinstitut – unabhängig, kritisch, engagiert.
comunicato stampa

Inviate al presidente Arno Kompatscher migliaia di email di protesta
Malles e il no ai pesticidi: sostegno ai "ribelli"

Monaco di Baviera, 28.03.2017
In questi giorni la segreteria del presidente della Giunta provinciale Arno Kompatscher ha un bel po' da fare nel gestire la casella di posta elettronica del governatore. Da giovedì scorso, infatti, oltre 13.000 persone si sono rivolte via email al Landeshauptmann sollecitandolo a non ostacolare più l'applicazione del divieto dell'uso di pesticidi nel Comune di Malles e ad adottare opportuni provvedimenti per impedire l'irrorazione degli alberi da frutto con sostanze nocive. I messagi email sono stati inoltrati da cittadine e cittadini che hanno aderito a un'iniziativa dell'Umweltinstitut München, l'Istituto per l'ambiente di Monaco di Baviera.

La scelta della popolazione di Malles - maturata attraverso una consultazione popolare - di bandire i pesticidi dal territorio comunale ha suscitato ampio interesse anche all'estero, perché le persone più sensibili ai temi dell'ecologia e della salute hanno riconosciuto a Malles un ruolo pionieristico.

"Finalmente - è questa la convinzione diffusa - c'è qualcuno che interviene contro l'impiego massiccio di pesticidi nell'agricoltura", spiega Karl Bär, referente per le politiche agrarie presso l'Istituto per l'ambiente di Monaco. "Il chiaro no ai pesticidi di Malles dimostra che la popolazione può far prevalere la propria volontà sul potere esercitato dalle grandi lobby."

Desta quindi ancora più profondo e diffuso stupore il fatto che la Giunta provinciale dell'Alto Adige e il Bauernbund, l'associazione dei contadini, stiano osteggiando con ogni mezzo la coraggiosa decisione presa dagli abitanti del paese dell'Alta Venosta, anziché sostenerla. "Per quale ragione il governo provinciale ha preferito adottare una simile strategia di boicottaggio, invece di riconoscere alla cittadinanza di Malles questo suo spirito di intraprendenza assolutamente innovativo?", si domanda Bär.

"Se in tutto l'Alto Adige fossero messi al bando i pesticidi, la provincia intera ne trarrebbe un enorme beneficio ai fini della promozione turistica. La politica attuata dal governo provinciale invece altro non fa che spaventare i potenziali nuovi ospiti. Lo dimostra il tenore di molti commenti che ci sono finora pervenuti", continua Bär.

Con la sua campagna, l'Umweltinstitut non intende solo rivolgersi ai politici provinciali, ma anche manifestare solidarietà al Comune di Malles. "Ci teniamo a far sapere agli abitanti di Malles che non sono soli nella loro battaglia, ma che possono contare sul nostro pieno sostegno. Consideriamo Malles un modello per tutta l'Europa e speriamo che molti altri Comuni ne seguano l'esempio vietando l'uso di pesticidi", conclude Bär.

L'iniziativa di sostegno ai „ribelli“ di Malles è anche online alla pagina:
www.umweltinstitut.org/mitmach-aktionen/unterstuetzt-die-pestizid-rebellen.html
In Germania l'Umweltinstitut München, attivo nell'ambito della tutela dell'ambiente e della natura, gode di grande prestigio. Come libera associazione indipendente si impegna da oltre trent'anni contro lo sfruttamento del nucleare e per la transizione verso l'energia sostenibile, contro la manipolazione genetica dei prodotti alimentari e a favore dell'agricoltura biologica.

Contatti:
Umweltinstitut München
Karl Bär
Referente per le politiche agrarie e commerciali

Tel: +49 89 30 77 49 34
Cellulare: +49 176 10 09 41 26
E-Mail: kb@umweltinstitut.org


Umweltinstitut München e.V.

Landwehrstr. 64 a • D-80336 München
E-Mail:
info@umweltinstitut.org

www.umweltinstitut.org